TECNICHE DI VISUAL MERCHANDISING

Per Tecniche di Visual Merchandising si intende una serie di operazioni finalizzate a collocare in modo emozionale il prodotto all’interno di uno spazio espositivo.

Il fine è quello di generare attenzione ed interesse nel cliente ed aumentare quindi i volumi di vendita, sia che si tratti di un brand che di un negozio.

Si fa leva soprattutto sul piano sensoriale ottimizzando l’esposizione, curando l’ambientazione, i punti luce e la grafica.

 

VISUAL MERCHANDISING: STRUMENTO DI COMUNICAZIONE VISIVA

Un tempo il successo di un punto vendita era basato su un assortimento merceologico vasto e diversificato, destinato ad un pubblico eterogeneo.

Oggi invece la chiave per poter rendere appetibile ed interessante un negozio sta nella capacità di specializzazione e soprattutto nel diversificarsi dai competitor.

Molti di quelli definiti “negozi tradizionali” sono divenuti oggi  “store design”, capaci di interagire col cliente contemporaneo e in linea con le sue aspettative. Come?

Utilizzando potenti strumenti di comunicazione visiva: le Tecniche di Visual Merchandising.

 

INVESTIRE SUL VISUAL MERCHANDISING

Le Tecniche di Visual Merchandising consentono di realizzare uno spazio espositivo dall’impatto emozionale e suggestivo.

Sfruttano al meglio vetrine ed interni per ricreare ambientazioni e scenari innovativi.

Fanno dello store un luogo coinvolgente e stimolante dove il cliente acquista non per necessità ma per il piacere di sentirsi gratificato.

Ecco come da un’idea si possa sviluppare un progetto e realizzare un allestimento accattivante e suggestivo.

In un contesto sempre più complesso perché in continua evoluzione molti retailer si chiedono quale possa essere la ricetta per soddisfare le richieste di mercato.

Alcuni investono ristrutturando il punto vendita rendendolo più vicino ai canoni estetici attuali.

Altri puntano sull’ assortimento merceologico inserendo nuovi prodotti che seguono le tendenze del momento.

Entrambe queste iniziative possono essere un buon inizio per ottenere un negozio di successo, ma non basta.

Soltanto con un radicale intervento visual si potrà dare un messaggio di “unicità” allo store.

 

E l’errore maggiore è quello di chi crede di vincere la concorrenza abbassando il prezzo di listino: niente di più sbagliato.

Il risultato sarà solo quello di svilire l’immagine del prodotto, del brand e dello stesso negozio.

Vale la pena quindi soffermarsi a riflettere sulla capacità o meno del punto vendita di soddisfare appieno le aspettative di un consumatore sempre più esigente.

Gli articoli che seguono affrontano argomenti e problematiche che coinvolgono la maggior parte dei retailer e vogliono essere spunti di riflessione su temi ed argomenti visual.


. . . E SE CERCHI IDEE E SUGGERIMENTI PER LE VETRINE DEL TUO PUNTO VENDITA

Iscriviti alla Newsletter Mensile