La Primavera e la Pasqua dettano temi e colori della bella stagione.

Il clima un po’ bizzarro in questi giorni ci ha portato acquazzoni e nubifragi quasi ovunque. Ma la tanto attesa Primavera è ormai alle porte e con lei anche le festività pasquali.

In ogni attività commerciale il layout degli spazi espositivi viene rinnovato con l’inserimento dei nuovi arrivi. E si dà vita ad allestimenti vetrinistici  in cui la Primavera e la Pasqua sono le protagoniste.

RINNOVARSI  MANTENENDO LA PROPRIA IDENTITA’ E LA PROPRIA UNICITA’

Ogni negozio concentra le proprie forze per acquisire una propria immagine e soprattutto una propria “identità”.

E’ importante distinguersi dalla concorrenza. Lo si fa con con una scelta attenta dell’assortimento merceologico. Ma anche con un linguaggio espositivo di qualità. L’obiettivo è polarizzare l’attenzione del pubblico a cui ci si vuole rivolgere. 

Un punto vendita, infatti, deve presentarsi con una corretta chiave di lettura. Soprattutto in un mercato sempre più omologato.

Avrà così maggiori possibilità di consensi da parte della clientela. In altre parole, sarà scelto come punto di riferimento per i suoi acquisti, nel presente e nel futuro.

LA VETRINA PER PROMUOVERE PRODOTTI E PUNTO VENDITA

Gli allestimenti che propongo in questo articolo offrono suggerimenti per valorizzare i prodotti scelti dal punto vendita. Ma anche, e soprattutto,  il negozio nel suo insieme.

Il fine è caratterizzare lo store con un’ immagine propria, chiaramente leggibile agli occhi dell’osservatore.

LA PRIMAVERA E LA PASQUA NEGLI ALLESTIMENTI DI MARCELLO MARIANI

Le prime immagini sono della vetrina di MARCELLO MARIANI in occasione dell’Open Day. Si tratta di un evento organizzato per promuovere il Mondo Casa a coppie che stanno per sposarsi o comunque si apprestano a convivere.  

La-Primavera-e-la-Pasqua.01

Un’ improbabile sposa vestita di rosso, il colore della passione ho in testa una padella e del mestolame.

Si trova al centro della scena ed è contornata da piatti, pentole e complementi d’arredo di ogni tipo.

Per l’occasione anche l’interno del negozio è stato impostato sul tema del quotidiano.

La-Primavera-e-la-Pasqua.05

E, visto che la Pasqua è vicina, ecco qualche angolo allestito per l’occasione.

LA PRIMAVERA E LA PASQUA DA I SENESI

Il negozio I SENESI  ha rinnovato le proprie vetrine con un’esplosione di colori tipici della Primavera. Le tonalità predominanti sono quelle del verde e del rosa. Ma anche del giallo e del celeste chiaro.

La-Primavera-e-la-Pasqua.013
La-Primavera-e-la-Pasqua.018

All’interno alcune aree sono state dedicate ad un pubblico che predilige il gusto classico. Ma in altre non manca il complemento di tendenza. 

TEMI E COLORI NELLE VETRINE DI ARGADA

ARGADA  ha interpretato i temi della Primavera e della Pasqua con un’ambientazione fresca e giovanile. Le vetrine utilizzano colori di tendenza. Si va dal celeste al grigio, dal rosa al tortora e dal bianco al fango.

La-Primavera-e-la-Pasqua.023

Anche gli interni riprendono più o meno le stesse tonalità svolgendo però temi diversi.

La-Primavera-e-la-Pasqua.026

LA PRIMAVERA E LA PASQUA INTERPRETATE DA DANIELA REGALI

Le immagini che seguono sono di REGALI DANIELA. Gabbiette sospese, farfalle colorate e lunghi tralci di fiori di pesco fanno da coreografia. Piatti color pastello e complementi tavola tipicamente pasquali sono le proposte di questa vetrina.

La-Primavera-e-la-Pasqua.029
La-Primavera-e-la-Pasqua.034

Le vetrine più piccole sono state dedicate al quotidiano e all’oggettistica.

VETRINA ED ALLESTIMENTI DI LE GAVE

La-Primavera-e-la-Pasqua.042

Le ultime foto si riferiscono a LE GAVE. E’ un prestigioso negozio che si rivolge soprattutto ad un pubblico particolarmente alto. Propone prodotti d’eccellenza, sia di gusto tradizionale che di design e di tendenza. 

Ed è proprio attraverso allestimenti curati che questo store si racconta e comunica l’effettivo pregio dei prodotti.

Ogni negozio può essere “unico” nel suo genere.

E questa lunga serie di immagini che interpretano la Primavera e la Pasqua lo dimostrano.

Non importa il target, ma la capacità di distinguersi usando un linguaggio visivo corretto ed originale.